EMME è anche su:

domenica 18 marzo 2012

Giornale di navigazione #1

Avete presente, durante un viaggio per mare, quel momento in cui si è partiti da poco ma la costa è già abbastanza lontana da poter dire di essere al largo? Io si.
Avete presente come si sente il TomTom di bordo in quel momento? Io no.
Ma posso dirvi come si sente il suo cugino in servizio, cioè io, MotMot: bene.
Molto bene.
Troppo bene.
Forse perchè, come d'altronde dice Capitan Poppa, a causa delle mie contorte connotazioni tecno-genetiche la preoccupazione non rientra nella gamma di emozioni a mia disposizione...

"Dice bene, lei" avrebbe asserito uno dei vecchi docenti dell'accademia piratesca, e spero di "dir bene" più spesso e più a lungo, altrimenti il rischio è di perdere il posto di lavoro sul grande veliero, che ancora non può salpare definitivamente perchè la sua realizzazione non è stata del tutto ultimata e perchè l'equipaggio è ora diviso e ognuno sta compiendo un viaggio alla scoperta di sè, come Poppa, appena scampata magnificamente alla grande tempesta e ai temibili Colonnelli [QUI il resoconto], o come Bell'Ammiraglio, che, anche lui appena scampato alla terribile tempesta, è ora un eroico naufrago e sta nuotando verso lidi stranieri, le nebbiose lande britanniche, ove sosterà molti mesi per ampliare la sua conoscenza delle lingue e del mondo, cosa fondamentale per un ammiraglio che si rispetti [QUI le sue parole], ed è per questo che gran parte della ciurma si è ritrovata nelle notti scorse presso l'insospettabile covo piratesco biellese, per festeggiare degnamente il grande evento, a suon di birre e pompilli.. con la felice presenza di un nuovo anonimo (ma solo per ora) mozzo.

Ma manca poco al momento in cui vedremo per intero l'azzurro del cielo, e potremo solcare mari e cieli in cerca di bizzarre vicende.
2000 pezzi per 2000 avventure... e sia!

MotMot